Arredare la casa nuova dopo il trasloco

Home / Fai da te casa / Arredare la casa nuova dopo il trasloco
Arredare la casa nuova dopo il trasloco

Il trasloco rappresenta per tutti una fase di transizione e una fonte di stress. Per questo è importante affrontarlo con ottimismo, considerandolo come un passaggio obbligato verso l’inizio di un nuovo capitolo della propria vita.

In primo luogo è necessario procedere con calma e ritagliarsi il giusto tempo, senza sottovalutare la quantità di oggetti che si è accumulata negli anni e le difficoltà che ne derivano.
Il consiglio è quello di pianificare con attenzione ogni aspetto, in modo da avere sempre tutto sotto controllo e ridurre al minimo gli imprevisti.
L’aiuto di una ditta di traslochi professionista, sarà fondamentale per gestire in maniera efficiente ogni fase.

Idee per un decluttering efficace

Approfittate di dover traslocare per liberarvi di tutto quello che non vi serve o non utilizzate più, attraverso il decluttering. Questo termine indica l’arte di eliminare il superfluo, in senso fisico ma anche metaforico, mentale e sociale, per fare spazio al nuovo.
Nel caso siate incerti sul tenere o eliminare qualcosa, chiedetevi quante volte avete utilizzato quell’oggetto negli ultimi 12 mesi. Se la risposta è mai, è arrivato il momento di farne a meno.
Per valutare il valore di un singolo elemento, chiedetevi quanto sareste disposti a pagarlo se lo compraste ora.
Utilizzate quattro scatole per dividere gli oggetti e per distinguere quelli da:

• buttare;
• tenere;
• donare;
• riutilizzare.

Per evitare sprechi, informatevi per tempo su dove vengono raccolti nella vostra città abiti o mobili usati o su come sia possibile darli in beneficenza.
Un’idea divertente può essere organizzare una festa “svuota casa” per distribuire tra gli amici quello che non vale la pena trasferire (detersivi aperti, spugne, poster).
Non buttate però i ricordi, i cimeli di famiglia e le fotografie a cui siete legati emotivamente (meglio raccoglierle tutte in una scatola).

Preparare le scatole

Il momento più delicato di un trasloco è quello dell’imballaggio. Non dimenticate che l’aiuto di una ditta di traslochi esperta sarà determinante. I professionisti sono, infatti, in grado di impacchettare tutto alla perfezione e in maniera rapida.
Prestate una particolare attenzione ai documenti importanti, magari organizzandoli in un raccoglitore apposito. Approfittate di questo momento per eliminare quelli che non vi servono più e per ordinarli dal più al meno recente.
Prima di iniziare ad imballare, è consigliabile radunare tutti gli oggetti di valore e affidarli ad una persona di fiducia, oppure riporli in un luogo sicuro.
Etichettare le scatole e realizzare un inventario, inoltre, vi permetterà di perdere molto meno tempo nella sistemazione della casa nuova.
Non dimenticate che smontare un letto o un armadio e trasportarlo per tre piani di scale è più complicato di quanto sembri, considerate con attenzione le tempistiche e l’aiuto che vi serve.
Nei mesi precedenti al trasloco, iniziate a svuotare le zone della casa che non utilizzate spesso, come il garage o la soffitta. Nelle ultime settimane, invece, dedicatevi al salotto, alle camere e, per ultimi, cucina e bagno.

Sistemare la casa nuova

Una volta entrati nella nuova casa, arriva il momento di riporre ogni elemento al suo posto. Procedete in ordine di priorità partendo da quello che vi servirà avere subito a portata di mano come:

• materasso o letto;
• lampade e luci;
• l’attrezzatura essenziale per la cucina;
• qualcosa su cui vi possiate sedere.

Procedete sempre per step con il resto, fino agli oggetti decorativi (soprammobili, quadri e tappeti) e quelli che usate più raramente. Non partite con l’idea di sistemare tutto in un giorno. Datevi il tempo per familiarizzare con la casa e riflettete su quale sia la posizione migliore per ogni elemento.

Ambientarsi in un nuovo spazio

Nei primi momenti potreste trovare alcuni difetti alla casa nuova, vi sembrerà troppo grande o piccola e più o meno rumorosa di quella vecchia.
Non dimenticate che è normale, non la sentirete da subito davvero vostra. Iniziate piano piano a personalizzarla attraverso piccoli lavori: sostituite le luci o le piccole cose che non vi soddisfano.
Trovate subito uno spazio per gli oggetti a cui siete legati sentimentalmente o quelli che fanno parte della vostra routine quotidiana, questo vi aiuterà a familiarizzare più velocemente con il nuovo ambiente.
Per finire, non dimenticare di ritagliarvi dei momenti in cui staccare la spina e distrarvi con gli amici, senza pensare a scatole o imballaggi.

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

X