Candele fatte a mano con cera d’api

Materiali, strumenti e istruzioni per creare bellissime candele

Le candele si compongono sostanzialmente di cera, uno dei materiali più malleabili e versatili in assoluto. Ce ne sono di diverse tipologie e di differenti composizioni, da scegliere in base alle preferenze di ognuno e, ovviamente, in base al relativo prezzo.

  • Cera d’api. È il prodotto naturale per eccellenza, di colore giallo, come in genere la si immagina, ed è disponibile sul mercato in panetti, scaglie o in fogli. Il prezzo in genere è molto variabile e dipende della quantità di cera che acquisterete.
  • Preparato di paraffina e stearina. È una miscela formata da paraffina, un composto di idrocarburi, e da stearina, un trigliceride derivato dalle molecole di acido stearico e glicerolo. Potete utilizzarla come valido sostituto della cera d’api naturale ed è possibile acquistarla in commercio in sacchetti di miscela già pronta. Il preparato pronto all’uso, però, ha un prezzo abbastanza elevato, quindi, se volete risparmiare ulteriormente e se siete dotati di buona manualità, armatevi di un po’ di pazienza e provate a realizzare da soli la vostra miscela. Per farlo vi basterà versare in un pentolino della paraffina e aggiungere una quantità di stearina pari al 20 % del totale. Scaldate il composto a bagnomaria e, dopo qualche minuto, avrete così ottenuto una cera liquida e trasparente.

Gli strumenti

candele cera d'api

Per realizzare le candele, una volta scelta la materia prima che più vi piace e che meglio corrisponde alle vostre esigenze, dovrete armarmi di contenitori dove poter sciogliere la cera. In questo caso la ricerca sarà breve e semplicissima perché tutto ciò che vi occorre sono delle pentole di varie dimensioni e diametro. Andranno benissimo anche vecchi contenitori non più utilizzati, anzi, in questo caso avrete trovato un modo per impiegare alternativamente quelle pentole che magari avevate intenzione di buttare.

Altri strumenti importantissimi sono gli stampi per le vostre candele. Potete sceglierli in plastica o in silicone e della forma che preferite. Nulla vi vieta, se vi piace l’idea di uno stampo personalizzato al massimo, di crearli con le vostre mani. Prima di iniziare munitevi anche di spago, che diventerà lo stoppino per le vostre candele, di tanti pastelli colorati per colorare la cera, di essenze profumate e, ovviamente, di cucchiai in legno, forbici e taglierino.

Piccoli consigli per la preparazione delle candele

La cera si scioglie sempre a bagnomaria e a fiamma lenta, prestando sempre attenzione durante la lavorazione perché si tratta di un materiale facilmente infiammabile  Quando il vostro preparato, che sia cera o paraffina con stearina, è quasi interamente sciolto potete unire i pastelli a cera e gli olii essenziali. Con i pastelli a cera, è sempre meglio abbondare; la cera una volta raffreddata diventa più chiara e se aggiungete poco colore, e quindi pochi pastelli a cera, rischiate di rimanere delusi e di non ottenere la colorazione desiderata.

Prima di versare la cera nel vostro stampo, ricordatevi di inserire lo stoppino nello stampo. Basta tagliare il filo di spago della lunghezza desiderata, immergerlo interamente nella cera, indispensabile per poter accendere la vostra candela, e fissarlo alla base dello stampo con del pongo o con lo stucco.