Skip to main content

Dal momento che sono molti coloro che, avendo a disposizione un’area verde più o meno grande, desiderano cimentarsi in questa “avventura”, di seguito è possibile trovare una breve in guida: dalla pianificazione fino alla dotazione delle attrezzature più utili, come gli attrezzi quali vanga, rastrello, forbici per le potature e un tagliaerba elettrico per curare il giardino e tenere in ordine qualche area esterna erbosa.

Giardinaggio per principianti: pianificazione iniziale

Se si ha intenzione di iniziare la pratica del giardinaggio è fondamentale un’attenta pianificazione relativa soprattutto al tempo che si ha a disposizione, che è strettamente collegato alle dimensioni del giardino.

Se l’area che si vuole coltivare è molto estesa, si deve considerare che il tempo occorrente non sarà minimale.

È quindi necessario organizzarsi in modo tale da ottimizzare i tempi; ciò significa progettare un giardino non molto complesso, con un numero minore di piante la cui scelta dovrà orientarsi su quelle che necessitano di minore manutenzione rispetto ad altre. Se invece si ha molto tempo a disposizione oppure il giardino è di dimensioni ridotte, si possono mettere in atto soluzioni diverse.

La scelta delle piante

La scelta delle piante è un aspetto fondamentale se si è principianti del giardinaggio. Se si è dei veri e propri neofiti è opportuno orientarsi su piante resistenti e che richiedono una minore manutenzione.

Per esempio, vi sono piante come il tagete, la petunia e la calendula che sono molto belle esteticamente, facili da gestire e che richiedono una gestione più limitata rispetto ad altre come per esempio la rosa, l’azalea, il rododendro, l’ortensia e la camelia.

Considerazioni simili si possono fare nel caso si vogliano piantare uno o più alberi. Sono per esempio facili da gestire piante arboree come l’acero giapponese, il corniolo, il ciliegio da fiore o la magnolia, piuttosto che il pino, il platano o il salice piangente.

Ovviamente, la scelta deve tenere conto anche del clima della zona in cui ci si trova.

L’irrigazione

L’irrigazione è un’operazione fondamentale per mantenere in buona salute manto erboso e piante. A seconda delle dimensioni del giardino, si dovrà scegliere se è possibile optare per un’irrigazione manuale o, se al contrario, è necessario valutare l’installazione di un impianto di irrigazione; questa soluzione è più costosa, ma l’investimento può essere ripagato dalla minore perdita di tempo.

L’attrezzatura

Se si vuole gestire un giardino è necessario dotarsi degli attrezzi necessari; fra quelli che non possono mancare si ricordano in particolare la vanga, il badile, la zappa, il rastrello, il forcone, le forbici per le potature, l’annaffiatoio, la carriola, la sega ecc.

Un cenno particolare va al tosaerba, fondamentale per tenere in ordine il manto erboso; un giardino anche molto ricco, ma in cui si trascura il taglio dell’erba non è certamente piacevole a vedersi perché dà l’idea della trascuratezza e del disordine.

A seconda delle dimensioni del giardino si potrà optare per soluzioni più o meno potenti; nel caso di giardini piccoli o di medie dimensioni si può valutare la possibilità di un tosaerba elettrico o a batteria, mentre se l’area da gestire è molto estesa, allora si può anche considerare la possibilità di un tosaerba con motore a scoppio, sicuramente più potente e performante.

Scrivi una risposta

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.