Scaffale a sospensione fai da te

Per gli amanti del bricolage creativo, ecco un progetto insolito e alternativo a costo quasi zero che vi permetterà di cimentarvi con fantasia in un’intelligente attività di riciclo. Si tratta di uno scaffale a sospensione facilmente realizzabile con superfici in legno, anche di recupero, e corde grezze. Facile, divertente e ad alto tasso creativo. Provare per credere!

Sistema di scaffali alternativo e fai da te

Gli appassionati del fai da te e del bricolage sono sempre a caccia di idee e di spunti creativi per mettersi all’opera con progetti divertenti e, soprattutto, utili, per arredare la casa, l’ufficio e altri ambienti. Se fate parte di questa categoria, eccovi un progetto alternativo, molto creativo e dal sapore rustico.

Si tratta di un sistema di scaffali a sospensione che potete realizzare facilmente partendo da materiali semplici, anche di recupero, all’insegna di un riciclo responsabile e creativo. Per realizzarlo vi serviranno delle superfici in legno, anche datate, diversi metri di corda grezza, un trapano e delle viti per fissare i supporti. Ecco come fare!

Come fare

Per prima cosa dovrete procurarvi due superfici in legno, o più di due, a seconda di quanti ripiani volete ottenere per il vostro scaffale. Potete sceglierle di usarle nella tonalità naturale, per un effetto più rustico, oppure dipingerle a piacimento con colori e pennelli, per adattarli meglio all’arredamento o all’ambiente in cui le collocherete.

Prima di procedere con la tintura, dovrete però praticare quattro fori, ognuno corrispondente all’estremità della superficie in legno. In ogni foro dovrà entrare la corda, che servirà per unire tra loro i ripiani e che dovrà essere sufficientemente per consentirvi di praticare dei nodi nell’estremità inferiori per fermare il supporto.

Quando avrete finito di assemblare lo scaffale, prendete le quattro parti di corda nell’estremità inferiore e create un ultimo e robusto nodo, che servirà per applicare l’intero sistema alla parete o a un supporto superiore. Quest’operazione non segue una regola precisa; potete realizzare un nodo della grandezza che preferite a seconda dei gusti e di quello che volete creare. Quello che conta è la stabilità dell’intero complemento.

A questo punto, siete pronti per fissare l’intera struttura ed ecco un bel sistema di scaffali, alternativo rispetto a quelli classici o alla libreria, che potete sistemare in qualsiasi ambiente della casa, persino in bagno. Legno e corda sono inoltre materiali semplici e dallo stile rustico che rendono questo complemento un arredo perfetto anche per arredare la casa al mare o in montagna.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.