Strisce led: l’innovazione che trasforma il fai da te

Una delle più importanti novità nel settore dell’illuminazione è rappresentata dall’entrata nel mercato delle cosiddette “strip led”, ovvero strisce LED; questo genere di prodotto sta diventato sempre più popolare grazie ai molteplici vantaggi che possiede rispetto alle classiche lampade ad incandescenza o a quelle alogene. Scopriamo di cosa si tratta, perché acquistarle e cosa è necessario valutare prima dell’installazione.

Negli ultimi tempi si sente sempre più spesso parlare dell’illuminazione a LED, e in particolare delle strisce LED; queste ultime oltre ad avere i vantaggi di consumare molta meno energia rispetto alle soluzioni più tradizionali e di durare molto più a lungo, hanno dimensioni inferiori rispetto alle lampadine LED e sono inoltre più flessibili.

I LED, o Diodi emettitori di luce, producono una quantità limitata di calore e hanno la caratteristica di poter essere controllati e programmati molto facilmente; la loro resistenza agli urti e la lunga durata nel tempo fa delle strisce LED una soluzione che presto soppianterà le fondi di illuminazione tradizionali, sia nell’ambito domestico che non.

Ovviamente questa nuova frontiera dell’illuminazione è sempre più apprezzata soprattutto per via del reale risparmio energetico che l’utilizzo dei LED comporta rispetto a quello delle lampadine classiche; inoltre questo aspetto si traduce anche in importanti benefici ecologici per l’ambiente.

Strip-led_strisce-led-per-illuminare_la-foto-perfetta-dimensione-e-numero-chip-led_tonalità-di-colore_intensità-e-cri-1024x683

La durata molto maggiore delle lampadine LED consente una netta diminuzione della produzione di rifiuti con un conseguente abbassamento dei problemi di inquinamento ambientale e di sovraccarico del sistema di smaltimento.

Se state pensando di procede all’acquisto delle strisce LED è importante sapere che esistono diversi fattori da considerare per poter valutare bene la scelta.

Come funzionano le strisce LED

Le strisce LED non sono altro che file continue di chip LED applicate ad una piattina in rame flessibile; il numero di questi chip può variare, generalmente da 30 a 120 per metro di lunghezza; la quantità di chip determina l’intensità di luce che la striscia è in grado di produrre.

A costituire una striscia LED vi sono, oltre ai chip, alcune resistenze e una serie di componenti elettronici dai quali dipendono le caratteristiche di durata ed efficienza del prodotto; solitamente le strisce sono acquistabili in bobine da 5 metri che saranno poi tagliate e giuntate a seconda delle personali esigenze.

Le strisce led durano mediamente 50.000 ore, sono sicure, perché alimentate in bassa tensione, flessibili per forma e lunghezza e disponibili anche nella versione water resistant.

Quali tipologie di strisce LED esistono?

strisce_led_rgb

La prima distinzione va fatta tra strisce LED 12 Volt e strisce LED 24 Volt; le prime richiedono un’alimentazione 12 Volt, sono le più economiche ma richiedono specifici accorgimenti per l’installazione e il cablaggio.

A seconda degli utilizzi è possibile scegliere tra diverse tipologie di strisce LED:

  • Strisce LED rivestite: sono adatte per essere installata in ambienti umidi, come ad esempio la stanza da bagno, poiché sono impermeabili;
  • Strisce LED autoadesive: la cui installazione risulta più semplificata;
  • Strisce LED flessibili, dette anche corde LED;
  • Strisce LED in alluminio;
  • Strisce LED rigide, dette anche barre luminose a LED.

Un’altra distinzione va fatta tra le strisce LED 3528 e le strisce LED 5050; le prima montano chip con potenza 0.08 Watt, le seconde sono costituite da chip led composti ognuno da tre chip 3528 e di conseguenza producono una luce tre volte superiore alle prime a parità di numero di chip/metro.

Ovviamente le LED 5050 hanno un consumo tre volte superiore alle LED 3528, ma prestazioni decisamente maggiori che ne fanno la migliore alternativa alle luci a risparmio energetico e ad incandescenza.

Infine esistono strisce LED non indirizzabili, che emettono un solo colore, e strisce LED indirizzabili o RGB che sono in grado di emettere luce di diversi colori: red, green e blu, ovvero rosso, verde e blu; pilotate da apposite centraline possono emettere una gamma infinita di colorazioni semplicemente variando l’intensità del singolo chip.

Cosa considerare prima dell’installazione?

Prima di acquistare una striscia LED è importante valutare la quantità di LED presenti lungo la striscia, questo perché più essi saranno distanziati tra loro più l’illuminazione potrebbe risultare irregolare o insufficiente per l’ambiente nel quel andrà inserita.

I fattori da prendere in considerazione prima di installare una striscia LED sono diversi; primo tra tutti la lunghezza della striscia ed eventualmente il numero di strisce necessarie, in secondo luogo il tipo di alimentazione, la direzione dei LED e la flessibilità delle luci.

Inoltre, è importante capire se sono necessari connettori particolari e se la striscia potrà essere programmata.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.