Per un Carnevale Fai Da Te

Siamo nel periodo più colorato dell’anno: quello del Carnevale! E mentre ci riempiamo (di nuovo) la pancia di squisiti dolcetti, pensiamo anche a come travestirci e travestire i nostri bimbi per questa festa molto divertente, magari facendo ammirare loro le meravigliose parate che colorano ogni città, specie la stupenda Venezia. Ma invece di spendere altri soldi, quest’anno meglio puntare su degli originali vestiti fatti in casa, riciclando stoffe e oggetti che altrimenti dovremmo buttare. Un mondo super colorato Quanto è bello il carnevale? È una festa che per certi versi si collega ad Halloween, la quale potremmo dire rappresenta la

Siamo nel periodo più colorato dell’anno: quello del Carnevale! E mentre ci riempiamo (di nuovo) la pancia di squisiti dolcetti, pensiamo anche a come travestirci e travestire i nostri bimbi per questa festa molto divertente, magari facendo ammirare loro le meravigliose parate che colorano ogni città, specie la stupenda Venezia. Ma invece di spendere altri soldi, quest’anno meglio puntare su degli originali vestiti fatti in casa, riciclando stoffe e oggetti che altrimenti dovremmo buttare.

Un mondo super colorato

Quanto è bello il carnevale? È una festa che per certi versi si collega ad Halloween, la quale potremmo dire rappresenta la sua versione più dark. Se infatti nella festa di fine ottobre ci si traveste da streghe e mostriciattoli, a carnevale si opta per qualcosa di più leggero, dai classici personaggi della commedia dell’arte (come Arlecchino e Pulcinella) ai principi disney a qualche personaggio di serie TV o film particolarmente popolari.

Questo implica che il Carnevale è una festa estremamente dolce (nel vero senso della parola, visti i dolci che si preparano, come i fiocchetti – o chiacchiere – e le deliziose castagnole) e che vede il travestimento di tutti, da adulti ad adolescenti a bambini, che si divertono insieme, si truccano, giocano e trascorrono una giornata spensierata e lontano da stress e preoccupazioni.

Per non parlare poi di come profumano le pasticcerie delle nostre città, che insieme si colorano e vedono il passare dei carri, di mascherine e il nascere di tante feste colorate arricchite da musica e canzoni che sottolineano ancora il senso di gioia e spensieratezza tipico di queste giornate.

Nonostante siano passati anni, del resto, il carnevale mantiene la sua idea originaria: gli adulti che lo apprezzano lo fanno perché vedono la possibilità per un giorno di essere qualcun altro, proprio come accadeva in passato – quando questa festa è nata – ovvero quando per un giorno i servitori potevano travestirsi da re e “burlarsi” dei padroni senza conseguenze o punizioni nei loro confronti.

E i bambini, lo vedono come l’ennesimo e divertentissimo modo di giocare, simulando i loro personaggi preferiti e indossando per la prima volta delle maschere e dei trucchi.

Meno spese, meno rifiuti, meno preoccupazioni

Questi costumi e queste maschere si acquistano in tantissimi negozi dedicati in giro per la nazione, se non al supermercato o ancora su internet. Tuttavia, oltre a togliere il divertimento di creare da sé la propria maschera, comprare vestiti già pronti consiste in spendere altri soldi, che magari potremmo risparmiare per altro.

Crearsi da soli un vestito di Carnevale, insieme ai figli e ai loro amichetti, consente di sfruttare la propria e la loro creatività, di avere qualcosa di unico e originale e al contempo di far rimanere in tasca non pochi soldi.

Inoltre ultimamente vanno molto di moda i costumi di coppia in adolescenti e adulti: si tratta di scegliere due personaggi appartenenti allo stesso universo mediatico (potrebbero essere Super Mario e la Principessa Peach dell’universo dei videogiochi, oppure Audrey Hepburn e Gregory Peck di Vacanze Romane   via dicendo) per fare foto e ricordi tra fidanzati o amici.

 

A questo punto, dopo che abbiamo snocciolato un po’ di suggerimenti, vediamo qualche idea di costume di carnevale Fai Da Te.

Furbo Folletto

Una prima classica idea è quella del costume di carnevale da folletto dei boschi, magari uno per ogni membro della famiglia per avere delle foto ricordo stupende con tutti vestiti a tema. Questo costume è particolarmente indicato se avete dei bimbi ancora piccoli.

Come fare? innanzitutto comprate dei leggings verdi di cotone elasticizzato (costano pochissimo), da abbinare a maglie lunghe meglio se rosse, a scelta se a righe o monocromatiche. E poi sfruttando del cartoncino rosa e un cerchietto potete creare le orecchie a punte.

Quindi, dopo esservi procurati il cartoncino del color rosa che richiami quello della pelle umana disegnate le orecchie a punta (magari cercate su internet qualche modello a cui ispirarvi) e poi ritagliatele. Fissatele poi alle estremità di un cerchietto rigorosamente nero, usando la colla o del nastro biadesivo.

Sempre in maniera totalmente artigianale potete fare anche il cappello tipico dei folletti. Prendete del velcro verde smeraldo e poi disegnate la forma dei cappelli a punta, che ovviamente poi andrete a ritagliare.

Aiutatevi con una pinzatrice per chiudere le estremità e fissarli. E le scarpe? Le bambine possono indossare delle ballerine, i bambini saranno perfetti con dei piccoli scarponcini. Come vedete, in pochi passi e con una spesa minima avrete il vostro fantastico costume di carnevale.

Una dolce fatina

Altro grande classico, riservato alle bambine, è il costume da fatina magari ispirato a Trilly di Peter Pan, alle Winx o ad altri cartoni che le nostre bimbe moderne guardano alla tv. Anche in questo caso parliamo di un costume molto facile da fare, e potete sbizzarrirvi con costumi di tanti colori diversi.

Si parte dall’acquisto di un semplice body per la parte superiore del costume, da comprare rosa, giallo, rosso o blu a seconda del colore preferito dalla vostra bambina. In merceria, invece, vi servirà acquistare il tulle (magari di tonalità più chiara del body) e il nastro di raso, di colore analogo a quello scelto per il body.

Se avete buona abilità nel cucito, applicate il nastro di raso al tulle che precedentemente avrete tagliato dandogli la forma della gonna, aiutandovi ovviamente con la macchina da cucire. Se non siete capaci, non temete: usate della colla a caldo per applicare il nastro al tulle.

Ricordate, comunque, che il nastro di raso deve essere più lungo da entrambi i lati per far sì che riesca a chiudere la gonna e vi permetta di farci un grazioso fiocco. Concludendo, per finire il costume da fata, acquistate delle calze pesanti colorate o bianche e delle ballerine come calzature.

E non scordatevi delle ali! Queste si possono fare con della semplice gommapiuma o con del cartoncino abbastanza spesso. Sono entrambi materiali facili da tagliare, una volta che avrete disegnato la forma delle ali che più piace alla bimba. Comunque, potrete sempre comprarle già fatte in negozi appositi oppure online.

Per quanto riguarda il trucco, comprate dei trucchi per bambini (nei negozi appositi per le feste) e poi sbizzarritevi col trucco!

Per i più piccoli

I costumi per i bimbi con età inferiore ai 3 anni meritano un discorso a sé stante, visto che risulta piuttosto complicato far indossare loro un costume troppo pesante. Non per questo non esistono costumi per questo tipo di età, anzi. Vediamone qualcuno.

Per esempio potrebbe essere carino un vestito da Winnie The Pooh, l’orsacchiotto made in Disney amatissimo dai più piccoli. Per farlo, comprate una calza maglia gialla, un body a maniche lunghe dello stesso colore e poi una t-shirt rossa su cui scrivere, nel lato anteriore, la parola Pooh con un pennarello bianco di quelli fatti apposta per i tessuti. Poi con gomma piuma o cartoncino gialli disegnate e tagliate le orecchie, fissandole su un cerchietto.

Sulla stessa onda il costumino da tigrotto, magari ispirato a Tigro il pimpante amico di Winnie The Pooh. Anche in questo caso, dotatevi di body e calza maglia (questa volta di colore arancio) e con il colore nero – marrone scuro per tessuti disegnate le classiche striature.

Sempre con la gommapiuma create le orecchie triangolari arancioni, disegnandoci altre strisce nere; mentre con del tessuto arancio fate la coda, da cucire sul retro della calzamaglia. Con della matita da trucco nera disegnate nasino e baffetti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.