Piccolo giardino verticale fai da te

Con qualche vaso delle vostre piante e fiori preferiti e tanta fantasia è possibile creare, a un costo davvero contenuto, un bellissimo giardino verticale, perfetto per arredare una parete del terrazzo o il giardino stesso. Ecco allora come fare, passo dopo passo, e tutto l’occorrente per realizzarlo.

La primavera è ufficialmente arrivata e quale modo per festeggiarla al meglio se non mettendoci all’opera per dare una bella rinfrescata al giardino, o al terrazzo, con un nuovo progetto creativo e rigorosamente fai da te? Il giardino verticale, se avete un buon pollice verde, può fare decisamente al caso vostro.

Il giardino verticale sembra essere una vera e proprio moda del momento, che detta tendenza in qualsiasi ambiente outdoor, dal terrazzo al giardino di casa. Per averne uno non è necessario spendere una fortuna tra giardiniere e garden designer, no, niente di tutto questo. Basta solo avere a portata di mano gli strumenti giusti e avere tanta fantasia.

Se il progetto vi piace e siete impazienti di mettervi all’opera per realizzare il vostro personalissimo giardino verticale, ecco qual è l’occorrente indispensabile per iniziare. Dovrete procurarvi piante e fiori in vaso, della varietà che preferite e della grandezza desiderata, anche in base allo spazio che avete a disposizione, del filo di ferro, un bastone e due ganci.

Quindi, mettetevi all’opera. È bene iniziare a creare una struttura portante del vostro giardino verticale, composto dal bastone che andrete a fissare ai due ganci. Scegliete per prima cosa la parete che ospiterà il vostro giardino, fissate i due ganci a uncino e posizionate il bastone sopra i ganci, assicurandovi che abbia la giusta tenuta e robustezza.

Sistemata la struttura di base, occupatevi quindi dei vasi. Scegliete delle piante, o fiori, in vaso di dimensioni contenute, in modo da non creare troppo peso che andrà ulteriormente a gravare sulla struttura che avete preparato.

Con il filo di ferro dovrete ora costruire dei supporti con cui appendere i vostri vasi alla struttura che avete creato. Per farlo potete praticare dei fori direttamente sui vasi. Quello che conta è che il filo utilizzato sia sempre doppio: in questo modo potrete facilmente lavorarlo e legarlo alla sbarra di supporto.

La disposizione dei vasi e delle piante è la parte più creativa del lavoro perché vi permette di realizzare diverse composizioni; in ordine decrescente, in base alla grandezza o con una sequenza cromatica. Le soluzioni sono molte e tutto dipende da quanto spazio avete effettivamente a disposizione e dall’effetto che volete ottenere.

In ogni caso, il progetto è molto creativo, assicura un bell’impatto estetico all’ambiente e  può essere facilmente realizzato a un costo davvero contenuto ed è perfetto per le decorazioni in salsa estiva di giardini e terrazzi. Provare per credere!

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.